Meditazione

Meditazione dinamica: potente pratica spirituale o ciarlataneria

Osho credeva che immergersi in uno stato di vero silenzio fosse possibile solo eliminando tutti i sentimenti repressi.

L'indiano mistico Osho (Bhagavan Shri Rajneesh) è un famoso maestro spirituale e allo stesso tempo una delle figure più controverse nel mondo dello yoga. Alcuni lo chiamano il Maestro illuminato, altri - il più grande ciarlatano. Ma sia come sia, il fatto rimane: milioni di studenti in tutto il mondo continuano a seguire i suoi insegnamenti.

Osho ha creato un centinaio di tecniche di meditazione, la più famosa delle quali è la meditazione dinamica. "La nostra civiltà ci ha insegnato a sopprimere, a mantenere l'esperienza dentro di noi, in modo che tutta la spazzatura entri nel subconscio, creando un grande disordine all'interno della creatura", ha detto Osho. L'intero processo di crescere un bambino nella società è finalizzato a creare da lui un meccanismo ben gestito e prevedibile. Allo stesso tempo, la sua unicità naturale - spontaneità e spontaneità - è soppressa anche nelle prime fasi dello sviluppo e viene sostituita da valori sociali utili: razionalità e responsabilità.

Certo, l'esistenza stessa della società è impensabile senza queste qualità. Ma qual è il prezzo che ognuno di noi paga per loro? Tutta la nevrosi, la depressione, il risentimento inespresso, la rabbia inespressa - questa è una conseguenza naturale della solita soppressione delle emozioni in nome della decenza. L'obiettivo della meditazione dinamica è quello di aiutarci a sbarazzarci di questo bagaglio inutile e restituire un senso intenso e completo della vita.

Metodo di follia deliberata

La meditazione dinamica consiste di cinque fasi. "I primi tre sono eseguiti al fine di raggiungere il punto più alto di tensione a tutti i livelli del tuo essere ... Se hai partecipato totalmente, completamente, senza tenere nulla, allora al quarto stadio ti rilassi automaticamente profondamente", ha spiegato Osho. Quindi, il primo stadio è la respirazione profonda e caotica attraverso il naso. "Usando il respiro frequente, sembri colpire il corpo vitale, e allora ciò che è addormentato comincia a risvegliarsi: il serbatoio delle tue energie è aperto". Tale respirazione, se lasciata completamente e senza residui, stimola energicamente il sistema nervoso. Per dieci minuti ti trasformi in una potente pompa che pompa l'aria, e tutta l'energia spesa nella vita ordinaria per pensare, sperimentare e sopprimere le emozioni, viene inviata per sostenere la respirazione. Ogni cellula del corpo inizia a vibrare, piena di vitalità. La tensione cresce costantemente e alla fine si traduce in una vera catarsi: così inizia il secondo stadio della meditazione. Dall'esterno, i praticanti sembrano dei pazienti in un manicomio: improvvisamente scoppiano piangendo, piangendo, ridendo.

Ma se ci pensi, l'intero ospedale psichiatrico è dentro di noi, controlla i nostri pensieri, desideri e azioni. Attraverso questa ondata, strato dopo strato, da lungo tempo dimenticati, ma non ancora scomparsi, insulti, tristezze, rabbia, paura, persino gioia e gioia, a cui una volta non veniva data l'opportunità di manifestarsi pienamente, di entrare in movimento. I principi di base del secondo stadio sono l'intensità, la totalità, il rifiuto di qualsiasi controllo. "La nostra repressione è durata per secoli, in molte vite passate, la creatura anarchica dentro ognuno di noi è sconosciuta anche a noi stessi, deve essere rilasciata all'esterno: il fantasma dentro di noi deve uscire", ha detto il maestro. L'intensa oscillazione del corpo con il secondo in-re-ni del mantra Sufi "Hu!" Dirige tutta l'energia rilasciata verso l'interno e verso l'alto.Vi è una sensazione unica di beatitudine, vera euforia. Una persona scompare, ricordi del passato e ansie sul futuro - rimane solo un acuto senso del momento presente.

Infine, si sente il grido di "Stop!", Che invita all'inizio del quarto stadio: "Il corpo è sfinito, tutto ciò che è stato soppresso è rilasciato, tutti i pensieri sono caduti ... Questo è l'inizio della meditazione." In questa fase, semplicemente godi la pace, la tranquillità e la beatitudine che riempiono tutto il tuo essere. Devi solo guardare - i suoni del mondo esterno, i pensieri che provengono dal nulla e che non vanno da nessuna parte, le sensazioni e i ricordi. Qui, per la prima volta, puoi sperimentare il gusto della meditazione - una presenza consapevole. Questo momento è una pausa attesa da tempo, un riposo da una catena infinita di pensieri che nella vita ordinaria governano la nostra coscienza, definendo emozioni e azioni. "I primi tre stadi sono solo passi, il quarto è la porta, dapprima tu sei lì, poi non ci sono più azioni, niente respiro, niente movimento, niente suono, solo silenzio ..." Questa esperienza solleva il sipario nascondendo il nostro vero essere - a lungo dimenticato per il desiderio di incontrare le aspettative degli altri e di essere "come tutti gli altri".

Eternal Sunshine

Una consapevolezza che in ognuno di noi c'è qualcosa di immensamente più grande di quella disponibile allo sguardo quotidiano è un diamante unico, che brilla ancora brillantemente dietro lo strato di soppressione perenne e strati, questo solo può aprire l'accesso a una potente fonte di gioia ed estasi autentiche, che alla fine, la quinta fase della meditazione dinamica si traduce in danza, la celebrazione della Vita stessa. Lascia che il corpo si muova come desidera, seguilo, la sua energia, la sua vera natura. Quindici minuti ti rallegri di essere vivo, che è arrivato il nuovo giorno e che la vita continua in tutta la sua spontaneità, luminosità e imprevedibilità.

Osho ha detto che se pratichi la meditazione dinamica per quindici giorni consecutivi, anche solo come esperimento, qualcosa all'interno si metterà definitivamente in moto. Ti fideresti di più della tua natura interiore. La meditazione dinamica mantiene letteralmente vivo e vibrante il nostro spazio interiore, impedendogli di ridursi di fronte ai problemi. Ci spinge a nuove soluzioni inaspettate, scoperte, sensazioni. La regola principale qui è di godere veramente della pratica e del trattamento, e anche della vita nel suo complesso, come un gioco. Allora cose sorprendenti possono accaderti.

Foto: istockphoto.com

Guarda il video: Meditazione Dinamica - Mindfulness (Settembre 2019).